la mesc-ciua

Inserito on 27 marzo, 2012 | 0 commenti

la mesc-ciua

Adoro le zuppe: ero una bimbetta e già trangugiavo voracemente minestroni e minestrine fino all’utltima cucchiaiata.  Chiamarla “zuppa” fa fico mentre ha molto meno appeal il termine “minestra”… potenza della parola! Ma il concetto non cambia: bella densa, fumante d’inverno e tiepida d’estate, la zuppa ha un nonsochè di amichevole e casalingo che conquista, spesso è anche poco calorica ed economica, sicuramente sazia ed appaga. Nello spezzino con le rimanenze di cereali e legumi veniva anticamente cucinata la mesc-ciua, letteralmente miscuglio: pochi avanzi di granaglie lessate e servite con olio e pepe ed il gioco era fatto. Come spesso accade per i cibi antichi, oggi la mesc-ciua è tornata di gran moda, canonizzata in una miscellanea di grano farro, fagioli cannellini e ceci, cotti separatamente e poi uniti con un poco della loro acqua in un mix festoso e saporito. Al cuoco poi la libertà di arricchirla a piacimento: ad esempio attualmente io la preparo con un tentacolone di polpo croccante, slurp!!!

Serenella


Lascia un commento